Home it Italiano
Tutto quello
che devi sapere
sul Basso Lazio

Minturno e Scauri: cosa vedere

Affascinante Marina di Minturno, la sua frazione balneare. In questo territorio sono presenti i resti della prima ed antica città di Minturnae, non distante dal fiume Garigliano. I ritrovamenti archeologici ancora si mostrano ai turisti nella loro fulgida bellezza, e raccontano della splendida città porto.

Degno di nota il teatro romano, risalente al primo secolo d.C. che diviso in tre parti principali, la scaena, orchestra e caeva, aveva una capacità di 4 mila spettatori. Sempre all’interno di questi antichi domini romani, è possibile osservare una parte originale della via Appia, in blocchi di lava basaltica. Troneggiano i resti del Foro Repubblicano risalente al II sec. a.C., del Capitolium dedicato a Giove, Giunone e Minerva e del Foro Imperiale. Da visitare anche il Macellum, il mercato e le Tabernae. Un museo di raffinata bellezza, raccoglie buona parte dei ritrovamenti rinvenuti nella zona.

Risalente al IX secolo è il Castello Baronale, dove risiedette San Tommaso d’Aquino, Isabella Colonna e Giulia Gonzaga.  Risalente al XI – XII secolo è invece la Chiesa di San Pietro. La preziosa struttura è arricchita da colonne provenienti da Minturnae. Ancora da visitare il Ponte Pensile, che attraversa il Garigliano. I tiraggi sono rappresentati da catene di ferro, e in Italia fu il primo ponte di questo genere. Ricordiamo ancora le Rovine di Pirae, nella Scauri vecchia, dove ancora oggi sono visibili i resti di mura megalitiche, risalenti al V - VI sec. a.C. e una porta urbana di epoca successiva.

In breve: Monumenti ed attrazioni principali di Minturno e Scauri.
Booking.com