Home it Italiano
Tutto quello
che devi sapere
sul Basso Lazio

Ponza: cosa vedere

Ci potremmo immaginare che in una piccola isola quale è Ponza, poco sia quello da vedere e visitare, ma in verità cadremmo in errore.

Le varie civiltà che si sono susseguite e sviluppate nella piccola Ponza hanno lasciato tracce indelebili del proprio passaggio. I Romani ancora sopravvivono in quel lembo di terra circondato di mari, grazie alla presenza delle  possenti mura in ocus reticulatum, nelle grotte seminaturali, ora adattate a piscine vivaio e serbatoi, e nei resti delle grandiose ville e del bellissimo anfiteatro. Non mancano le costruzioni religiose fra le quali  è d’obbligo ricordare l’Abbazia di Santa Maria, costruita in epoca medievale dai monaci benedettini, mentre di più recente fattura è il porto di Ponza, risalente al XVIII secolo. Le sue forme curvilinee lo caratterizzano. Da visitare assolutamente le case-grotta dei pescatori. L’isola che si è salvata dalla speculazione edilizia, bloccatasi agli anni ’60, conserva ancora le tradizionali dimore, che oggi, riscoperte, vengono affittate anche a mille euro a settimana.

Numerosi gli incantevoli approdi naturali, le falesie a strapiombo, e le calette nascoste, visitabili solo tramite il noleggio di imbarcazioni. Tra le più affascinanti dobbiamo dire delle Grotte Azzurre, che devono il proprio nome al particolare colore che in determinate ore della giornata assumono le rocce che le compongono,  la grotta del Corallo, visto il suo fondale porporino, abitato da alghe rosse, la Grotta della Maga Circe, dove secondo la leggenda visse la maga che ammaliò Ulisse ed ancorai Bagni di Pilato. Si tratta di un insieme di 5 vasche dove si trova un florido allevamento di pesci, il tutto si trova al coperto dentro una antica villa di epoca romana la cui costruzione risalirebbe al I sec d.C.

In breve: Cosa vedere nell'Isola di Ponza: il porto, i monumenti, le casette tipiche, le calette e le grotte.
Booking.com